Non è un post gossipparo

On me dit que nos vies ne valent pas grand chose
Elles passent en un instant comme fanent les roses.

[Quelqu’un m’a dit – Carla Bruni]

Non mi metterò a parlare della coppia del momento, Sarkò-Brunì. La citazione è solo un pretesto. La traduzione a grandi linee sarebbe: mi hanno detto che le nostre vite non valgono molto, passano in un istante allo stesso modo in cui le rose appassiscono.
E’ dal giorno della Befana che ho scritto in mente questo post. Ogni volta mi metto davanti al pc per scrivere ma le parole faticano ad uscire. E’ strano. Forse perchè non è un argomento così leggero e io sono brava solo a scrivere cavolate. boh!
La mattina della Befana il mio sonno è stato bruscamente interrotto dalla percezione di una scossa. Mi sono svegliata di soprassalto senza capire bene cosa fosse successo e se quella scossa appartenesse alla realtà o al sogno. In alcuni momenti il confine tra le due dimensioni è così labile e così sottile. In quell’occasione si trattava di realtà. Una volta svegliata ho faticato a  riaddormentarmi e nella mia testolina, che difficilmente si prende un secondo di pausa, ha iniziato ad entrare in funzione. Ed i suoi pensieri erano tutt’altro che positivi! Pensavo a cosa avrei fatto se ci fosse stata un’altra scossa o a cosa sarebbe potuto accadere se la scossa fosse stata più forte.
Dopo aver vagliato tutte queste ipotesi, ha pensato bene di farmi fare dei tuffi nel passato e sono riafforati ricordi relativi alle volte in cui il destino o lo scorrere della vita hanno cercato di dirmi che la vita è una sola e potrebbe terminare da un momento all’altro. Non è eterna. Molto spesso sembriamo non rendercene conto. Fortuna che quei momenti non sono tanti..solo due e tutti ed entrambi accaduti a meno di un anno di distanza, anche se uno è stato + spaventoso e più immediato rispetto all’altro.
Nel primo una macchina è andata distrutta e nell’altro ci sono stati solo un grande spavento, il rendersene conto a scoppio ritardo ed il sospiro di sollievo dopo la consapevolezza. Uno è avvenuto in pieno agosto e nella campagna salentina, l’altro nell’ultimo giorno di aprile e nell’hinterland milanese. Due situazioni diversissime tra loro che sono fortunatamente finite allo stesso modo: bene e con un grande spavento!
Dovrei tenerli sempre a mente per cercare di ricordare di vivere sempre tutto ciò che viene e di vivere l’attimo, il presente, senza rimandare al poi che molto spesso si tramuta in mai. Peccato che molto spesso, invece, mi ritrovo a procrastinare ed anche a vedere scorrere la mia vita come se ne fossi una semplice spettatrice e non la principale protagonista. Vedo scorrere la mia vita da dietro ad un vetro senza riuscire a distruggerlo [citazione indiretta di Due di Due].

Articolo precedente
Articolo successivo
Lascia un commento

5 commenti

  1. Capisco quello che hai scritto.. Anche a me capita di pensare “la vita è una sola, viviamone ogni piccolo aspetto”, poi travolti dalla routine anche quel pensiero scivola via senza che ce ne accorgiamo, e forse è proprio quella la cosa triste: far finire quell’idea come tutte le altre idee.

    PS: bellissimo “Due di due”..

  2. kika23

     /  19 gennaio, 2008

    Io lo penso ma poi non agisco per vivere la vita appieno ma la lascio passare così…

    ps: si il libro era bellissimo quando lo leggo e lo è ancora quando lo riprendo tra le mani.

  3. Gina

     /  20 gennaio, 2008

    “vivi ogni giorno della tua vita come se fosse l’ultimo”
    ecco cosa bisogna fare gì (e..giacchè ci siamo….dei quella giornata di agosto..non ti dico i MIEI ricordi…altro che spavento….*_*’)

  4. kika23

     /  20 gennaio, 2008

    (io mi ricordo anche chi mi telefonò dicendomi che c’era qualcuno in spiaggia che mi cercava perchè aveva visto la visa capovolta)

  5. Gina

     /  20 gennaio, 2008

    sisi….pensa a chi chiese di fare quella telefonata…c@g@ta addosso (e nel costume pure =P)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Scrivimi!

    Dubbi? Insulti? Lamentele? Curiosità? Segnalazioni. Scrivi qui: snuggleandsmiles[at]gmail.com
  • Nelle precedenti puntate

  • Categorie

  • Più votati

  • 123

    ViviStats
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: