Le cose accadono

“Non c’è gradualità nell’accadere delle cose. Le cose, quando capitano, capitano. E non è nemmeno che puoi accompagnarle, impedire che ruzzolino trascinandoti con loro. Non si possono fare andare piano le cose che capitano. Non si possono controllare o gestire. Nemmeno capirle, si può. […] Se vi capita una cosa non potete farci niente, e questo è tutto.”
[Diego Da Silva – Non avevo capito niente]

Alcune cose accadono, non puoi farci nulla. Accadono, anche se non avresti voluto, anche se non avresti dovuto. Le cose accadono, non puoi far nulla se non cercare di limitare i danni. Oppure farti travolgere, stando pronta a rialzarti subito dopo la caduta, nonostante i lividi e le ferite.
Le cose accadono, non puoi farci nulla. Le cose accadono e, di solito, te ne accorgi quando ormai è troppo tardi. Come quando noti sul corpo un nuovo livido: non sai da dove provenga, non sai dove sei andata a sbattere, non sai quando è successo. L’unica cosa che sai è che ora è lì che fa bella mostra di sé al centro della tua coscia e non puoi far altro che aspettare che passi, che dal colore violaceo arrivi a scomparire del tutto. E l’attesa non è così semplice: dal momento in cui te ne accorgi, infatti, arriverai a passare il dito sopra al livido miliardi e miliardi di volte, quasi inconsapevolmente. E ogni volta che ci pensi, ogni volta che lo tocchi, fa male. Ogni volta. E pensi “non dovevo; dovevo stare più attenta”. Già, ma come fai a fare più attenzione con una cosa che è così immateriale, con una cosa che non sapevi neanche tu di averci a che fare fin quando non hai visto il livido? Dopo, pensandoci, magari riesci pure a capire quando è successo, quand’è che hai urtato – sì, è stato quel maledettissimo momento – e ti rimproveri per non aver provveduto immediatamente a metterci la pomata necessaria alla guarigione. E allora provi a metterla dopo un po’ ma non sai più se sarà efficace allo stesso modo.  Provi timidamente a spalmarla, sperando che lo sia. A quel punto, però, non dipende solo da te.
Alcune cose accadono, non le scegli; puoi solo accettarle e assecondarle, anche se questo comporta cadere ancora più forte e procurarsi delle ferite più grandi. Dolore per dolore, tanto meglio rischiare; almeno avrai la consapevolezza di aver fatto tutto il necessario. A quel punto, però, non dipende solo da te.
Alcune cose accadono, anche se non avresti voluto; anche perché non avrebbe senso non star bene per colpa di un livido, causato andando a sbattere di propria sponte contro uno spigolo super-appuntito, non credi?
Le cose non accadono.

Articolo successivo
Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Scrivimi!

    Dubbi? Insulti? Lamentele? Curiosità? Segnalazioni. Scrivi qui: snuggleandsmiles[at]gmail.com
  • Nelle precedenti puntate

  • Categorie

  • Più votati

  • 123

    ViviStats
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: