Alla controra

Alla controra non si urla, non si va in giro, non si lavora, non si fanno visite, non si telefona a casa della gente, non si ascolta musica ad alto volume . Alla controra non si fa nulla. 
Da piccola, la odiavo; allergica com’ero al pisolino pomeridiano, alla controra mi annoiavo un sacco e passavo il mio tempo a letto, leggendo svariati Topolino sino a conoscerne a memoria tutte le battute, in attesa del momento in cui il rumore avrebbe ricominciato ad appropriarsi della casa.
Alla controra, in questa domenica di giugno, un bambino in cortile scorrazza con la sua bicicletta con le rotelle, rompendo la quiete che dovrebbe esserci.
Alla controra, in questa domenica di giugno, in una casa al terzo piano, qualcuno non riesce a far nulla, neanche a respirare.

Articolo precedente
Lascia un commento

2 commenti

  1. A

     /  19 giugno, 2012

    Anche in un’altra casa al III piano ieri si pensava alla controra, e alla necessità della nullafacenza durante il tempo della stessa!😉

  2. Però credo che, dati i motivi, qualcuno al terzo piano avrebbe preferito respirare😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Scrivimi!

    Dubbi? Insulti? Lamentele? Curiosità? Segnalazioni. Scrivi qui: snuggleandsmiles[at]gmail.com
  • Nelle precedenti puntate

  • Categorie

  • Più votati

  • 123

    ViviStats
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: